IL SEGRETO DEI TACCHI

Il tacco è un elemento della calzatura posto sotto il calcagno. La sua funzione principale è estetica, ovvero aumentare la statura e dare slancio al polpaccio. Si trova applicato a scarpe, stivali o sandali. Questa è la definizione data da Wikipedia.

I tacchi sono da sempre un simbolo di forza, di potenza, di dominio. Enfatizzano il lato dominante e aggressivo della nostra personalità. Ci fanno sentire più alte e più slanciate e contribuiscono a creare una maggiore sicurezza. Il tacco, in particolare, rappresenta un’arma fallica, e per giocare con questo significato simbolico Chanel, nella collezione del 2009, propose le killer hells con un tacco a forma di pistola!  I tacchi molto alti inibiscono i movimenti, provocano una camminata dondolante e più lenta, fanno arcuare la schiena, e rendono il piede più piccolo. Sono una premessa erotica che aumenta il potere seduttivo e la consapevolezza di sé.


Killer Hells – Chanel

Il mito del piede  e del tacco non è solo simbolo di delicatezza della donna, ma anche oggetto del desiderio ed il motivo ha origini antiche. Lo psicanalista Sigmund Freud aveva riconosciuto come il piede, zona erogena per eccellenza a causa delle numerose terminazioni nervose, potesse diventare con un adeguata decorazione di una scarpa con tacco, oggetto di morbosa attenzione. Inoltre il tacco indica un’arma bella e dolorosa,  che richiama l’immagine del sesso, fonte di piacere e dolore.

I tacchi ci permettono anche di giocare con le nostre varie identità. Con un semplice cambio di scarpe possiamo cambiare ruolo e sentirci immediatamente più adeguate. Talvolta non c’è il tempo per cambiare abito, ma basta calzare un tacco, anche su un semplice jeans, per sentirsi più eleganti, più sexy, più determinate. Comunicano di noi: sono una cattiva ragazza, forte, affascinante e seducente.

Il potere di un paio di scarpe nell’ immaginario risulta illimitato, in grado di influenzare anche il nostro stato d’animo. Sembra avere un impatto psicologico notevole e improvviso. Indossare un bel paio di décolletées, anche quando siamo in pigiama, non ci fa sentire subito più solide, fiduciose, alte e serie?

A questo proposito il consiglio spassionato che vi do è quello di non provare mai nessun capo senza dei bei tacchi. Quando andate a fare shopping e scegliete i capi da portare in camerino, non dimenticate mai di prendere anche un bel paio di tacchi della vostra misura da indossare con ogni capo che proverete. Il motivo è molto semplice, il tacco alza, esalta e slancia la nostra figura rendendola sinuosa e armonica valorizzando di gran lunga il capo che state provando. Questo non significa che acquisterete tutto solo perché avete dei tacchi ai piedi ma sicuramente il pezzo scelto verrà visto sotto un’altra ottica e voi potrete meglio valutarlo prima di sceglierlo.

Personalmente ho dei designer preferiti per l’acquisto dei tacchi e quello che in assoluto adoro più di tutti è lui: http://www.giuseppezanotti.com

Lo ritengo il creativo per eccellenza nella stilizzazione, creazione e realizzazione della scarpa con il tacco e come potete vedere qui di seguito ili suoi tacchi sono unici e altissimi. Saper portare una sua scarpa significa avere secondo me una grande consapevolezza di sé oltre che…un grande equilibrio… vista l’altezza.

Simbolicamente le scarpe rappresentano il mezzo attraverso il quale ci muoviamo e ci attacchiamo al suolo. A volte abbiamo bisogno di rimanere “con i piedi per terra”, ben piantate, di sentire il terreno sotto di noi, di muoverci nelle situazioni in modo pratico e razionale, rintracciando la nostra stabilità. Altre invece è necessario alzarci, immaginare di essere più alte non solo in termini di centimetri ma di pensieri, al di sopra delle cose, slanciate verso l’alto, pronte a spiccare il volo, equilibriste libere tra sogni, fantasie, desideri e realtà. Con i tacchi in fondo non camminiamo a qualche centimetro da terra?

Marylin Monroe diceva “non so chi ha inventato i tacchi alti, ma tutte le donne gli devono molto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *